coltivare Hamamelis x intermedia

Hamamelis x intermedia: il profumo d’inverno

on novembre 11 | in Cura delle Piante, Giardino Biodinamico | by | with No Comments

Coltivare Hamamelis x intermedia

Hamamelis x intermedia ha due grandi qualità: fiorisce quando pochi lo fanno e resiste al freddo, schiude infatti le corolle durante l’inverno, quando le fioriture sono poche ed in seguito assume un aspetto un po’ anonimo, simile ad un grosso nocciolo, riscattandosi poi in autunno quando le foglie diventano gialle, rosse e arancio.

Hamamelis x intermedia

Hamamelis x intermedia è un voluminoso arbusto che in dieci anni può raggiungere l’altezza di 4 m e in venti di 7.

Cresce bene in giardini non formali di piccole e medie dimensioni, dove va lasciato crescere in forma libera, senza intervenire con potature che potrebbero compromettere la fioritura e rovinare il portamento.

Qualche taglio potrebbe rendersi necessario quando, per esempio, si mettono a dimora un paio di esemplari accanto all’ingresso di casa per godere del profumo dei fiori. Si, perché ci sono varietà, come ‘Arnold Promise’ o ‘Pallida’, che hanno corolle dalla fragranza quasi agrumata, che si fa più intensa nel primo pomeriggio quando il termometro segna valori un po’ più alti.

orto

Altre, invece, meritano di essere coltivate per la grazia e il colore dei fiori, come ‘Diane’ che li ha rossi; ‘Jelena’ e ‘Aphrodite’ che li hanno arancio; ‘Arnold Promise’ e ‘Pallida’ che li hanno gialli. Varietà che è bello mescolare magari su una scarpata al sole.

coltivare Hamamelis x intermedia

Hamamelis x intermedia sta bene nelle vicinanze di alberi e arbusti decidui con cortecce interessanti nei mesi freddi, come betulle, Acer x conspicuum, A. davidii, A. pensylvanicum, Cornus alba ‘Sibirica’.

Hamamelis x intermedia – esigenze

Esposizione

In Italia Hamamelis x intermedia può crescere ovunque, sino agli 800 m di quota. Nei luoghi più caldi e aridi le va riservato un posto fresco e ombroso, nelle zone più fredde del Nord può stare invece in posizioni soleggiate.

Temperatura

E’ una pianta rustica, che sopporta anche temperature sino a -20°C, anche se quando fa molto freddo i petali si arrotolano su se stessi.

Terreno

Ideale è quello fresco, fertile, leggero, tendenzialmente acido o neutro; quello calcareo è comunque tollerato. L’importante è che sia ben drenato, perché specie e varietà non sopportano i ristagni d’acqua.

Innaffiature

Bisogna bagnare in modo che il terreno si mantenga sempre un po’ umido; durante i periodi particolarmente caldi e siccitosi Hamamelis x intermedia va irrigata con regolarità, senza però strafare, perché irrigazioni eccessive favoriscono l’insorgenza di patologie fungine che compromettono l’apparato radicale.

Messa a dimora

Con le piante in vaso può venire eseguita tutto l’anno, tranne quando fa troppo caldo, e cioè in luglio e agosto, o quando il terreno è gelato. Va scavata una buca d’impianto larga mediamente il doppio del pane di terra, sul cui fondo, là dove l’acqua tende a ristagnare, va messo uno strato di ghiaia alto 10-15 cm per assicurare un buon drenaggio. La buca va poi riempita con un terriccio per acidofile.

Concimazioni

Al momento della messa a dimora, tutto intorno al pane di terra va distribuito un prodotto a lenta cessione. In alternativa, si può utilizzare letame in pellets che va versato anche sul fondo della buca d’impianto.

Potatura

Va evitata il più possibile. Si interviene soltanto allo scopo di eliminare i rami secchi o i polloni che si formano alla base e per contenere lo sviluppo della pianta.

Propagazione

Come tutti gli ibridi, Hamamelis x intermedia va moltiplicato per innesto, operazione però complessa , da lasciare ai vivaisti. La si può anche ridurre per seme, sapendo però che si otterranno piantine non necessariamente uguali alla pianta madre.

Hamamelis x intermedia – Scheda tecnica

Hamamelis x intermedia è un arbusto deciduo che fiorisce d’inverno, le cui foglie prima di cadere virano al giallo, al rosso, e all’arancio. A maturità raggiuge circa i 6 m di altezza e i 4 di larghezza. Appartiene alla famiglia delle Hamamelidaceae.

CORTECCIA: è liscia e di colore grigio chiaro.
FOGLIE: alterne, largamente ovate o arrotondate.
FIORI: riuniti a gruppi di due o tre, hanno quattro petali nastriformi gialli, rossi o arancio, in qualche varietà un po’ ritorti. Possono essere profumati. Compaiono sui rami nudi tra gennaio e febbraio.
FRUTTI: capsule, che a maturità si fanno legnose.

Vuoi realizzare un giardino biodinamico? Contattaci!

Pin It

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

« »

Scroll to top
css.php